MORENICA

Home / CONFESSIONE

CONFESSIONE

Sabato 18 giugno h 22,00 | Cortile del Museo Piazza Ottinetti – IVREA

MICHELE DI MAURO in
CONFESSIONE
(Confessione di un ex presidente che ha portato il suo paese sull’orlo della crisi)

Di Davide Carnevali
Con Michele di Mauro
Suoni G.u.p. Alcaro (premio Ubu 2014)
con il sostegno di PIIGS-Festival De Drammaturgia sobrie la crisi, Barcelona 2014 e Outis Tramedautore, Milano 2014

Perché io sapevo.
Sapevo perfettamente quello che stava accadendo,cosa stavo facendo,e dove stavo portando questo paese.
E sapevo perfettamente che lo stavo portando sull’orlo di una crisi.
Tratto da Confessione di un ex presidente che ha portato il suo paese sull’orlo di una crisi

Un ex-presidente (di uno stato dell’America latina o di qualsiasi stato a scelta)  parla al suo popolo.

Racconta tutto quello che non ha voluto, potuto, o saputo dire durante il suo mandato. L’ex presidente si rivolge al pubblico/popolo come alla corte di un tribunale popolare che lo deve giudicare.

Racconta i suoi misfatti ad uno spettatore “chiamato in causa”, invitato a svolgere il compito che ogni evento teatrale dovrebbe chiedere: l’esercizio dello spirito critico. Un teatro che torna ad essere politico: un teatro per la polis e per la comunità.  Confessione è un’opera sul linguaggio, sull’uso del linguaggio, e soprattutto sull’uso che il potere fa del linguaggio, nel creare un’immagine della realtà che sottilmente si impone sulle altre. Nel testo di Davide Carnevali si nasconde un raffinato meccanismo retorico: il pubblico ride, ma di un riso nervoso e amaro. Si ride per esorcizzare la paura, si ride delle menzogne e degli inganni come si ride di fronte alle cadute.  Una grande prova d’attore di Michele Di Mauro nell’ambiente sonoro creato da G.U.P. Alcaro.

To get the latest update of me and my works

>> <<